Seguici via Email o RSS

Strategia di Aggregazione per Nanopublishing – Parte 3
Scritto da: il 03.09.08

Foto (cc-by): Duchamp Ultima parte del dossier sui nanopublisher e la funzione di aggregazione dei contenuti. Newspage La vera alternativa al blog in homepage è una newspage. La newspage è propria delle webzine di solito cioé del tentativo di traslare un newspaper/magazine sul web. E’ importante capire che questo spesso è associato ad una determinata […]

Foto (cc-by): Duchamp

Ultima parte del dossier sui nanopublisher e la funzione di aggregazione dei contenuti.

Newspage

La vera alternativa al blog in homepage è una newspage. La newspage è propria delle webzine di solito cioé del tentativo di traslare un newspaper/magazine sul web. E’ importante capire che questo spesso è associato ad una determinata prospettiva dell’editoria online, una prospettiva fortemente radicata nell’esperienza dell’editoria tradizionale. Ad utilizzare la newspage è (manco a dirlo) Nova100. Che ne fa addirittura la prima strategia di aggregazione. In linea con quanto rilevato finora sull’incapacità di scegliere una linea, la newspage calza a pennello perché sta lì intabellando i contenuti per coordinate diverse (tempo, categoria, origine). Un po’ meno retrò ma sempre abbastanza “grigliato” è il layout di eBlog Network Magazine. Infine quello che mi sembra il più gradevole (e ragionato) esempio di newspage è Communica Group.

Perché secondo me non va la newspage. Se è vero che è il metodo che in partenza più si avvicina di più alla sintesi di più metodi di aggregazione, è anche vero che ci troviamo (pure qui) innanzi ad un’idea vecchia. Le newspage sono la prima cosa che internet ha visto a livello di editoria online. I megaportaloni ne sono i nipoti. Lo stile tabellare/a blocchi e l’inevitabile riempimento che diventa intasamento, rendono questa opzione poco accattivante. E soprattutto troppo simile ai giornali on line, generando spesso confusione nell’utente medio (la massa del web).

I miei consigli

Ok, fin qui una simpatica lettura. Ma andiamo al sodo, eccoti i miei consigli per la realizzazione di una efficace aggregazione:

1. Grafica originale e accativante ma parallela ai contenuti: la grafica al Webdesigner e i contenuti al Web Content Manager, ma devono lavorare alla stessa scrivania. La grafica deve stare ai contenuti come un abito confezionato su misura. Niente roba da negozio. Solo cose originali e funzionali alla tua idea di sviluppo e presentazione dei contenuti. Sono i contenuti e la strategia di distribuzione/aggregazione relativa a dettare legge, non l’estetica. L’estetica senza funzionalità è come uno splendido Valentino disegnato per Kate Moss ma messo addosso a Platinette.

2. Accessibilità e velocità, la soluzione più semplice è spesso la migliore: ricorda che tanto quanto quello che si vede (la grafica) conta quello che non si vede (il codice). Trova Web Developer in grado di integrare grafica e codice garantendo velocità e accessibilità. In questo senso pensa che la soluzione più semplice è spesso la migliore.

3. Blog = Blogger: non scimmiottare i giornali. Un blog network è fatto di blog e blog significa essenzialmente blogger. Questo vuol dire che quando aggreghi la tua offerta, oltre al nome del blog mettici la faccia del blogger. Il blogger non è un ingranaggio della tua macchina, ma la tua macchina, senza di lui vai a piedi.

4. Lascia perdere la blogtegory: inventare nomi di blog che contengano il tema del blog è controproducente. Quello che acquisisci in immediatezza nella comunicazione lo perdi in originalità e carattere. Quanti blog di calcio con nomi originali pensi si possano creare con questo metodo? Esattamente come nella vita reale, se hai un nome originale la gente si ricorderà più facilmente di te. Se bene o male dipenderà dal tuo carattere, così come per il tuo blog dai suoi contenuti. Anche se hai buoni contenuti e tieni un nome come tanti, sarai solo uno fra tanti.

5. Il deserto è fatto da granelli: stai sempre attento ai dettagli. Le grandi cose sono meno importanti. La priorità è fare benissimo quello che si fa già. Non sbavare, non lasciare imperfezioni nella grafica o nei meccanismi di pubblicazione, ottimizza e migliorati sempre. Goccia dopo goccia costruirai il tuo oceano.

6. Chi segue qualcuno non arriverà mai primo: l’eccellenza non si ottiene copiando gli altri. Ma questo non vuol dire non riconoscerne i successi. Sforzati di fare meglio dei tuoi concorrenti per le cose che fate entrambi, ma cambia sempre terreno di confronto, inventa, stupisci, sperimenta. Trova nuove strade e nuovi terreni di competizione. La Repubblica ha battuto il Corriere on line perché ha creduto nel nuovo ed ha investito. Il Corriere ha perso perché per recuperare si è limitato a copiare.

7. Chi semina chiacchere anche se è un bravo agricoltore, mangerà chiacchere: se vuoi fare del nanopublishing il tuo business dovrai piantare. Denaro. E’ qualcosa che non devi dimenticare. Compra la competenza delle persone giuste e stai sempre pronto a valorizzare le risorse giuste. Perché oltre ai semi ti servono anche dei bravi contadini se vuoi ottenere da ogni seme molti più semi.

8. Il segreto: il segreto è uno, strategia. Anche se hai acquistato i migliori talenti non vai da nessuna parte senza strategia. Lo stratega è l’allenatore del gruppo, anche una squadra di campionissimi non va da nessuna parte senza un allenatore all’altezza. Ricordati sempre che il web è giovane e avere nel team elementi giovani è solo un vantaggio. Machiavelli scriveva che il buon governo è fatto da leoni e volpi, audacia ed esperienza. Il giusto mix. Il segreto sta nell’armonia e l’armonia come ogni bilanciamento è una scelta. Strategica. A questo ti serve lo stratega. A scegliere su cosa investire per crescere.

Da queste considerazioni nasce l’homepage di BlogList.it, sicuramente differente rispetto a tutte quelle che avete fin qui visto.

Dossier Completo in PDF

Articolo scritto da . Mushin è un Web Strategist che ama quello che fa o altrimenti preferisce non farlo. Nel suo futuro vede l'istituzione di un monastero zen o di una scuola taoista di arti marziali, cultore della via e amante della Storia, vive per conoscere e confrontarsi, ma anche per amare e soffrire.

1 Commento a “Strategia di Aggregazione per Nanopublishing – Parte 3”

  1. Excellent web site.
    Plenty of helpful info here. I’m sending it to several pals ans also sharing in delicious. And obviously, thank you on your effort!

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Konomedia (icons) | Hosted by MediaTemple