Seguici via Email o RSS

Blogging e Life Stream
Scritto da: il 21.06.08

Analizzando il blog di Massimo Mantellini per un lavoro che spero di pubblicare presto qui su WebGarden (anticipazione: riguarderà frequenza di posting e di commento), mi torna in mente una vecchia (delle tante) discussioni avute con Luca aka Neon, circa il life streaming. Life Streaming Indifferenziato Il punto è che molti bloggers, soprattutto i più […]

Analizzando il blog di Massimo Mantellini per un lavoro che spero di pubblicare presto qui su WebGarden (anticipazione: riguarderà frequenza di posting e di commento), mi torna in mente una vecchia (delle tante) discussioni avute con Luca aka Neon, circa il life streaming.

Life Streaming Indifferenziato

Il punto è che molti bloggers, soprattutto i più seguiti, tendono ad utilizzare il blog (giustamente) come un contenitore che aggrega non soltanto pensieri originali, ma sempre più spesso tutte le molteplici attività (ed identità) sul web. Foto, video, twits, shared items, tumblerate e chi più ne ha più ne metta. Non sono un purista del blogging, nonostante mi sforzi di produrre sempre e comunque contenuti che riflettano un mio pensiero originale. Quindi non mi schiero a priori contro l’inquinamento che il life streaming opera sulla produzione dei post veri e propri. Semplicemente trovo sia più utile separare le varie istanze che confluiscono in un blog.

Un piccolo tentativo lo vedete già in atto nel layout di WebGarden: i post interessanti che leggo in giro per il web non vengono riportati in entries, ma aggregati nella colonna microblogging. Ma la discussione con Neon era circa l’opportunità di nuove frontiere in termini di CMS. Io credo che i tempi siano maturi per una rivoluzione nella concezione del blogging. Una rivoluzione imperniata sulla capacità di aggregare in un CMS i flussi “social”. Ma non come opzione, bensì come caratteristica “core” dell’architettura del CMS stesso.

Yongfook e Sweetcron

E qui mi imbatto in Lushano aka Fruskio/Disconnesso che aveva una splendida pagina qui (a proposito, che fine ha fatto?), basata su quest’altra di mr. Yongfook. Lushano aveva riprodotto in casa (con WP) quest’ultima pagina. Che dire. Yongfook ha implementato esattamente il concetto di cui discutevo con Luca (che aveva un’idea simile per il suo blog). Ci sono due cose importanti da sottolineare: 1) La pagina di Yongfook dimostra quanto efficace ed importante sia il layout per comunicare i contenuti, e quanto sia utile discriminare i contenuti in funzione della loro natura, differenziando il life steaming. 2) Yongfook.com è basato su un CMS che lo stesso Yongfook sta producendo (una piattaforma Open Source e Free): Sweetcron. Se ben impostata potrebbe diventare la vera valida alternativa a WordPress. La vera novità. Che ne pensate?

Articolo scritto da . Mushin è un Web Strategist che ama quello che fa o altrimenti preferisce non farlo. Nel suo futuro vede l'istituzione di un monastero zen o di una scuola taoista di arti marziali, cultore della via e amante della Storia, vive per conoscere e confrontarsi, ma anche per amare e soffrire.

7 Commenti a “Blogging e Life Stream”

  1. Avevo già visto questo Sweetcron e devo dire che si tratta di un prodotto dalla filosofia innovativa ma non conosco ancora la sua validità per quanto riguarda caratteristiche prettamente informatiche come manutenibilità, aggiornabilità, usabilità e performance… c’è da dire che con un’idea così originale dovrebbe, quanto meno, curare anche questo secondo aspetto per assicurarsi un buon successo.

    Però con questa cosa mi hai fatto sentire un po’ in colpa per come uso il mio blog personale, di fatto un contenitore che va dal microblogging ai miei cazzi personali etc etc… come faccio ora??

    :-p

  2. Mushin il 21 June 2008 alle 11:32 ha scritto:

    @Maelstrom Mica ho detto che è sbagliato! :D

  3. io mi sono “iscritto” per saperne di più di questo CMS.
    dopo tre giorni ancora nulla e, se sara’ un one band shop, penso che rimarro’ saldamente su WP e aspetterò il cadavere che passa :-D

  4. Mushin il 23 June 2008 alle 14:20 ha scritto:

    @kOoLiNuS: si io sono iscritto da molto più tempo e nisba. Ne parlavo oggi con Luca Marra e siamo giunti alla conclusione che il problema sia legato al fatto che sarà una cosa fatta in casa dal tipo a quando ha tempo, e quindi sostanzialmente arenata.

    Appena ho due euro di capitale investo in una piattaforma simile :D

  5. Ehm.. avevo sputtanato il .htaccess… risolto tutto, il mio lifestream è tornato attivo.
    Almeno fino al mio prossimo “danno” :)

  6. Mushin il 3 July 2008 alle 19:35 ha scritto:

    @Fruskio Ecco! :D

  7. [...] life streaming come futuro del blogging. Questo grazie ad un post del seguitissimo Read Write Web (ne avevo già parlato, ma a me non mi caga nessuno [...]

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Konomedia (icons) | Hosted by MediaTemple